Il nostro sito usa i cookies.
Il sito contiene anche cookies di terze parti.
Per avere maggiori informazioni o limitarne l'uso clicca qui

SALUTE MENTALE
" bisogna avere il caos dentro di sè per partorire una stella danzante" F. Nietzsche
Home > Salute mentale > Comunità

Comunità

Le comunità sono strutture residenziali che ospitano pazienti di età superiore ai 18 anni seguiti dal D.S.M. (Dipartimento di Salute Mentale) che si trovano in una fase intermedia del loro reinserimento sociale. Hanno caratteristiche sanitarie, assistenziali,  riabilitativo-terapeutiche ed organizzative, mirate al miglioramento della salute psichica e fisica dell'individuo.
Tale obiettivo viene perseguito attraverso un progetto di intervento clinico, riabilitativo e assistenziale, mirato a supportare la persona nel recupero di abilità indispensabili ad una migliore integrazione sociale.
Ove possibile, l'intervento è volto a favorire una progressiva assunzione di responsabilità rispetto a se', al proprio ambiente, alle relazioni, anche attraverso sinergie e collaborazioni con le altre strutture socio-sanitarie e le risorse presenti sul territorio.
Sono previste attività risocializzanti e riabilitative esterne (soggiorni estivi, gite, uscite) ed interne (gruppi e laboratori) atte a favorire lo sviluppo di abilità personali e relazionali.


Operatori:
Educatori, Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica, OSS, Psicologi, Infermieri Professionali.

Clienti: Nelle Comunità vivono persone in carico ai Servizi di Salute Mentale, per i quali è previsto un percorso riabilitativo e di intervento educativo-assistenziale, nel rispetto del livello di autonomia individuale.

L'organizzazione della giornata

L’organizzazione della giornata intende favorire la presenza di un clima sereno che rispetti i tempi e i ritmi degli ospiti garantendo un adeguato supporto al recupero ed allo sviluppo delle potenzialità ed autonomie individuali.

Nel rispetto del livello di autonomia di ognuno, gli ospiti vengono quindi stimolati e supportati:

  • nella cura del sé intesa come igiene personale ed attenzione alla propria immagine;
  • nella gestione degli spazi privati (riordino armadi e stanze);
  • nell’autosomministrazione dei farmaci;
  • nell’impostazione degli impegni individuali inerenti la propria vita sociale (lavoro, borse lavoro, attività esterne ed interne alla Struttura);
  • nella gestione economica;
  • nell’organizzazione degli impegni comuni (cura degli spazi collettivi, partecipazione alle attività strutturate ed alla riunione ospiti, pianificazione di turni per i diversi impegni in Comunità);
  • nella relazione con gli altri ospiti della Comunità;
  • nel mantenimento o nel recupero dei rapporti con i familiari.