Il nostro sito usa i cookies.
Il sito contiene anche cookies di terze parti.
Per avere maggiori informazioni o limitarne l'uso clicca qui

MINORI
Asili nido
Se vuoi conoscerli in fretta falli giocare ... Se vuoi fare il tuo mestiere falli giocare, giocare, giocare! (Fernard Deligny)
Home > Minori > Asili nido > Il Mappamondo

Asilo nido "Il Mappamondo"

Responsabile d’Area e di Servizio: Daniela Perino

Committenza: Consorzio Intercomunale di Mappano

Operatori: Educatori
Clienti:  bambini in età compresa tra i 9 mesi e i 3 anni


Caratteristiche principali
La struttura di nuova costruzione, di proprietà del Consorzio, è sita in via Avogadro a Mappano. Composta da 3 sezioni (lattanti, divezzini e divezzi) con annessi bagni e dormitori; un ingresso con zona accoglienza per i genitori, sala per attività, riunioni e mensa, cucina, lavanderia, bagno del personale e spogliatoio. E’ aperta dalle 7.30 alle 17.30 dal lunedì al venerdì e da settembre a fine luglio. Se ne viene fatta richiesta da parte dei genitori potrà restare aperta anche le prime 2 settimane di agosto; durante le vacanze natalizie e pasquali chiude solo nei giorni festivi.


L’organizzazione della giornata:
La nuova realtà della famiglia, sempre più ristretta e chiusa su se stessa, crea la necessità di offrire un servizio che possa diventare, per il bambino, luogo di nuove esperienze sociali e cognitive, ma allo stesso tempo divenga, per i genitori, spazio d'incontro ed eventuale sostegno nelle problematiche educative.
Il nido ha finalità di:
1. formazione e socializzazione dei bambini, nella prospettiva del loro benessere psicofisico e dello sviluppo delle loro potenzialità cognitive, affettive, relazionali e sociali;
2. cura dei bambini, tramite un affidamento continuativo a figure diverse da quelle parentali in un contesto esterno a quello familiare;
3. sostegno alle famiglie nella cura dei figli e nelle scelte educative.
Secondo la “pedagogia della relazione”, l’ingresso al nido del bambino e della famiglia rappresenta un momento evolutivo molto delicato caratterizzato dal processo di separazione.
L’educatore deve trovare i modi per far sì che il bambino costruisca una base affettiva sicura anche all’interno del nido ed imposti un rapporto il più possibile personalizzato soprattutto nei momenti di routines. Anche l’attività in piccolo gruppo risponde a questa esigenza di relazione individualizzata e personalizzata tra l’educatore ed il bambino.
L'inserimento è il primo momento di contatto e di comunicazione del nido con le famiglie.
È consapevolezza acquisita che per arrivare al bambino è necessario passare attraverso il rapporto con i genitori e identificare, rispetto a questi, risposte precise e strategie idonee.
Le educatrici divengono, in questa situazione, figure che attraverso una "relazione di ruolo" si assumono la responsabilità di collocarsi nella rete relazionale della famiglia, "toccandone" la parte più indifesa e delicata rappresentata dal bambino. Per questo viene predisposto e tutelato un apposito spazio ed un tempo di reciproca conoscenza, di ascolto, in modo da porre in un'area di rispetto e di accoglienza l'espressione non solo delle informazioni concrete ma anche dei pensieri, delle preoccupazioni e dei sentimenti che l'ambientamento di un bambino piccolo inevitabilmente comporta.
Si lavora per un rapporto di fiducia coi genitori, ci si fa partecipi della loro storia, ci si interessa al loro bambino, li si prepara alla nuova esperienza, poiché un buon rapporto con i genitori favorisce l'inserimento del figlio.

Asilo nido Il Mappamondo Acrobat PDF (358,13 Kb)
Questionario di soddisfazione clienti 2014

Carta dei servizi Acrobat PDF (1.443,96 Kb)
Edizione 2 del 16 settembre 2015