Il nostro sito usa i cookies.
Il sito contiene anche cookies di terze parti.
Per avere maggiori informazioni o limitarne l'uso clicca qui

DISABILITÀ
Centri Socio Terapeutici
Roberto Boscolo
Via Leonardo da Vinci n. 64
10078 Venaria (TO)
Tel 011.4525366
cst.venaria@cooperativaprogest.it
Un linguaggio diverso è una diversa visione della vita (Federico Fellini)
Home > Disabilità > Centri Socio Terapeutici > Venaria

CST di Venaria

Coordinatore: Angela Moliterni
Responsabile del servizio: Roberto Boscolo

Ente Committente: Consorzio CISSA

Operatori: Educatori, OSS.
Clienti: 20 soggetti portatori di handicap, di età compresa tra i 18 e i 60 anni.


Caratteristiche principali
Il Centro Socio Terapeutico di Venaria apre nel Febbraio 1983 come primo importante Servizio per persone disabili ultraquattordicenni. Dal 1997 il Centro è tra i servizi offerti dal CISSA (Consorzio Intercomunale Servizi Socio Assistenziali).
Il CST viene definito dalla Deliberazione Giunta Regionale n. 230/97 come “RAF – Centro Diurno Socio-Terapeutico Riabilitativo di tipo A la cui tipologia degli utenti inseriti è prevalentemente individuata nei soggetti disabili ultraquattordicenni con limitate potenzialità di inserimento socio-lavorativo da sviluppare tramite un progetto socio-sanitario individuale mirato ad un maggior livello di autonomia personale”.
Il Centro diurno favorisce il mantenimento, il potenziamento o l’acquisizione di abilità cognitive, espressive, sociali per permettere il massimo di autonomia possibile. Le attività sono differenziate a seconda delle abilità e potenzialità dei clienti inseriti e possono svolgersi all’interno o all’esterno della struttura.
Dal dicembre 2000 la sede del CST è situata presso una struttura specificamente costruita, in capo al CISSA, in via Leonardo Da Vinci 64 in Venaria. L'edificio, a piano terra e situato all'interno di un parco pubblico, è composto da una sala accoglienza, tre stanze per laboratori, una sala da pranzo, una cucina, un ufficio e un grande salone (divisibile in tre sale distinte con pareti mobili), due ripostigli, due spogliatoi e quattro bagni di cui tre per i clienti. La struttura comprende inoltre un grande magazzino sotterraneo ed un'area verde con gazebo, panchine e barbecue.
I clienti hanno diritto ad un servizio di trasporto per le fasce di entrata (8,30) ed uscita (16,30) e ad un servizio di mensa per il pranzo. Nel periodo estivo sono organizzati soggiorni marini e sono inoltre previste durante l'arco dell'anno uscite serali e brevi soggiorni.
Il menù del pranzo può essere adattato alle esigenze dietetiche del cliente.
In base al Progetto Educativo ed alle esigenze della famiglia la frequenza al CST, che va dal lunedì al venerdì, può essere a tempo pieno (ore 8,30-16,30) o ad orario parziale.
Il Centro chiude in occasione delle festività nazionali, delle festività natalizie e delle vacanze estive (tre settimane nel mese di agosto).


La gestione della quotidianità
L’organizzazione della giornata intende favorire la presenza di un clima familiare che rispetti i tempi e i ritmi dei clienti, bilanciando l’esigenza della persona di disporre sia di attività strutturate che di tempo libero.
Durante la mattinata sono previste attività educative, riabilitative, risocializzanti. Tali attività sono elencate nella “Programmazione attività”, un modulo sempre consultabile all’interno del CST.
Il pomeriggio è generalmente dedicato alle attività programmate e ad eventuali uscite che mirano a soddisfare le richieste dei clienti.
Grande attenzione è dedicata alla fase del pranzo che costituisce occasione di socializzare fra clienti ed operatori.
Ambiti di intervento
Il servizio e la rispettiva équipe lavorano su ambiti ritenuti fondamentali e che guidano la formulazione dei progetti educativi individuali e dei progetti attività. Tali ambiti sono i seguenti:

  • Igiene (cura della persona)
  • Alimentazione
  • Movimento
  • Famiglie

In generale saranno garantiti interventi, attività ed assistenza che supportino e stimolino il cliente, in base alle sue necessità individuali, nel rispetto del gruppo e del contesto di cui è parte. Obiettivo sarà far sì che il cliente esprima il più possibile la propria autonomia utilizzando le abilità residue.
Inoltre saranno mantenute e potenziate le relazioni, le collaborazioni ed il supporto ai famigliari in quanto elemento fondamentale e imprescindibile della vita dei clienti

Carta dei servizi Acrobat PDF (1.196,99 Kb)
Edizione 4 del 20 marzo2012