Il nostro sito usa i cookies.
Il sito contiene anche cookies di terze parti.
Per avere maggiori informazioni o limitarne l'uso clicca qui

Sistema gestione
Qualità
Enrico Olocco
corso Peschiera n.222
10139 Torino (TO)
Tel 011.4033355
Fax 011.4031805
enrico.olocco@cooperativaprogest.it
Home > Sistema gestione > Qualità

Qualità ed UNI EN ISO 9001

Il Certificato di Sistema Gestione Qualità in conformità alla norma UNI EN ISO 9001 è stato rilasciato a Pro.ge.s.t. per la “Progettazione ed erogazione di servizi socio-assistenziali e sanitari. Progettazione individuale educativa ed assistenziale in strutture residenziali, in centri diurni e presso il domicilio del cittadino. Progettazione ed erogazione di servizi di accoglienza e assistenza ai richiedenti asilo”.

Il Certificato è stato emesso da Organismo di certificazione accreditato per il nostro settore di attività da ACCREDIA, ente nazionale per l’accreditamento degli organismi di certificazione (membro IAF - International Accreditation Forum). La nostra prima certificazione di Sistema Gestione Qualità risale al 2002.

La certificazione di conformità alla norma ISO 9001 (ottenuta dal 2002) è il prodotto di sforzi orientati a porre in primo piano “la bravura” della nostra Cooperativa, termine che qui utilizziamo con un certo orgoglio per indicare un’offerta di servizi non solo capaci di soddisfare le premesse ed i requisiti che hanno portato alla loro predisposizione, ma pure di migliorarsi e misurarsi in corso di erogazione, facendo fronte ai cambiamenti ed ai nuovi bisogni.
W. Edwards Deming (1900-1993, foto 1, autorizzazione all'uso concessa da The W. Edwards Deming Institute) sosteneva che il XXI secolo sarebbe stato il secolo della “qualità”. In effetti è sempre più difficile non considerare il lavoro basato sulla qualità come un modello per le pratiche gestionali.
La qualità come metodo di lavoro nacque in una situazione di scarsità di risorse economiche e tecnologiche, dove era evidente che la sopravvivenza e la competitività delle imprese non potevano non fondarsi sulla qualità del lavoro, globalmente inteso come capacità delle persone ed efficacia del modo di lavorare.
Allo stesso modo la cooperazione oggi, per gestire al meglio lo sviluppo imprenditoriale e fronteggiare scenari globalmente critici nei quali alla scarsità di risorse si affianca una sempre maggiore richiesta di prestazioni, deve puntare sulla centralità della collaborazione dei soci, dei dirigenti e dei dipendenti.
Un esempio che associa le origini di questo approccio alle caratteristiche della cooperazione è che esso nasce in un Paese (il Giappone) con una cultura significativamente integrata a livello di valori e di dimensione collettiva dell'operare: un approccio culturale simile si può trovare nell'esperienza organizzativa della cooperazione, sia per la base valoriale sia per la modalità collegiale di lavoro.
La sfida oggi è quella di mantenere nella nostra Organizzazione una forte capacità realizzativa, intesa come capacità di trasformare corretti obiettivi in evidenti risultati attraverso validi processi.
Essere realizzativi significa saper trasformare, cambiare ed il cambiamento deve essere considerato fisiologico. Nella realtà dell'impresa sociale, significa essere aperti alle novità ed attenti al mutare dei contesti.
Essere realizzativi significa anche individuare ogni giorno piccoli obiettivi su cui impegnarsi definendo modi operativi più adeguati, producendo risultati concreti, per realizzazioni più soddisfacenti.
La Qualità, applicata attraverso un sistema di gestione adeguato ed integrato con la Salute e Sicurezza sul lavoro, può consentire ad un’impresa sociale di trasformare in vantaggio competitivo i propri tratti costituzionali.
Utilizzare la Qualità perché la Cooperativa migliori vuol dire salire su solide fondamenta (foto 2,dati estratti da “The ISO survey of Management System Standard Certifications – 2014”) dal punto di vista della metodologia e della pratica consolidata. L'ambito è di diffusione mondiale, con contributi di culture e pratiche tra le più varie. Oggi la grande maggioranza delle organizzazioni aziendali di successo, in ogni settore, utilizza in vario modo il sapere, i metodi, gli strumenti, l'organizzazione e l'evoluzione della qualità.

(L'inquadramento metodologico di questa pagina si richiama ai seguenti autori e fonti: Øvretveit, “La qualità nel servizio sanitario”, Edises; Negro, “Organizzare la qualità”, Il Sole24ore; Barbarino/Leonardi, “Servizi di qualità”, Il Sole24ore; “Sistemi di gestione per la qualità – Requisiti”, UNI; “Qualità totale e diritto del lavoro”, AA.VV. (M. Tiraboschi), Giuffrè Milano.)